Chiudere Menu
Notizie

Lo champagne è meglio del vino" per la voce, dice la star dell'opera Katherine Jenkins

Più una bevanda alcolica è "pulita", meglio è per i cantanti, spiega l'artista classica Katherine Jenkins a db in un'intervista esclusiva.

Foto / Instagram @katherinejenkinsobe

Parlando in esclusiva con il settore bevande, a cinque mesi dal lancio del suo gin ultra-premium Cygnet 22, Katherine Jenkins ha spiegato perché preferisce sorseggiarlo liscio con ghiaccio.

"Quando sono venuta a Londra per studiare canto alla Royal Academy of Music, i tutor ci hanno parlato molto del rapporto tra l'alcol e la voce, e una delle cose su cui hanno insistito è stata la nozione di 'alcol pulito'", racconta Jenkins.

"Più un prodotto è pulito e meno ingredienti contiene, meno è dannoso per la voce".

Nel complesso, spiega Jenkins, le birre, i vini e alcuni mixer ("nel 1998 non c'era la varietà di mixer sul mercato che c'è oggi") tendono a essere "meno puliti" degli alcolici.

Inoltre, "lo champagne è migliore [per le corde vocali] del vino", secondo Jenkins, che è stato incoronato artista classico più venduto del secolo da Classic FM, avendo venduto un record di 2,7 milioni di album.

"Mentre studiavo canto, ho smesso completamente di bere gin perché ci era stato consigliato di evitare i miscelatori che la gente tendeva a mettere con loro".

È stato durante la sua formazione musicale che ha iniziato a maturare l'idea che, se avesse creato "un gin di qualità, utilizzando i migliori ingredienti, che si potesse sorseggiare liscio senza doverlo diluire eccessivamente", avrebbe potuto tornare a bere qualche bicchiere.

"Volevo bere qualcosa di cui conoscessi esattamente il contenuto", spiega il cantante.

Il risultato è stato Cygnet 22, che combina 22 sostanze botaniche tra cui melissa, petali di rosa, pepe bianco in grani e l'ingrediente segreto di Jenkins, il miele di Manuka.

"Il miele di Manuka lo uso da sempre per la gola e la voce, perché ha straordinarie proprietà antibatteriche e antiossidanti", racconta l'autrice .

La combinazione dà "un liquido molto più morbido" rispetto agli altri gin presenti sul mercato. Questa morbidezza setosa in bocca è diventata rapidamente uno dei punti di forza del Cygnet 22.

Per leggere l'intervista completa a Katherine Jenkins, consultare il numero di novembre 2023 di Drink Business.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No