Chiudere Menu
Notizie

Sherry Lehmann chiude (temporaneamente?) dopo il mancato rinnovo della licenza per gli alcolici

Appena due settimane dopo che db ha riportato le ultime vicissitudini dell'iconica enoteca newyorkese Sherry Lehmann, è emerso che l'enoteca è stata chiusa dalla New York State Liquor Authority (SLA) dopo il mancato rinnovo della licenza per gli alcolici. 

La storica enoteca dell'East Side di Manhattan, attiva a New York dal 1934, era stata segnalata per la prima volta a dicembre, dopo il mancato pagamento di una fattura fiscale di 3,160 milioni di dollari . L'azienda era stata inserita nell'elenco delle aziende morose dello Stato di New York, Top 250 , al 9° posto, ma il mese scorso è scesa al 13° posto, dopo che una parte del denaro dovuto era stata saldata, riducendo il debito a 2,766 milioni di dollari.

Tuttavia, le sue difficoltà non sono finite qui: all'inizio del mese l'88enne enoteca di lusso ha evitato per un soffio il taglio dell'elettricità da parte della società energetica statunitense Con Edison a causa di bollette non pagate.

Ora è emerso che il negozio è stato chiuso - forse solo temporaneamente? - dopo che la licenza di vendita di liquori al dettaglio di Sherry-Lehmann è scaduta alla fine di febbraio, secondo quanto riportato da Wine Spectator e verificato dal sito New York open data.

La testata ha riferito che l'azienda potrebbe comunque rinnovare la licenza e ha riferito a Wine Spectator che i suoi avvocati stanno "lavorando a stretto contatto con la New York State Liquor Authority" e sono "altamente fiduciosi che saremo attivi a breve".

Sherry-Lehmann è stata contattata per un commento.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No