Chiudere Menu
Notizie

La prima vendita esclusiva di Champagne di Sotheby's ha raccolto 1,35 milioni di euro

La prima asta di Sotheby's dedicata esclusivamente allo Champagne ha raggiunto 1,35 milioni di euro (1,45 milioni di dollari), con una percentuale di lotti venduti a prezzi superiori alle stime più alte tra quelle registrate quest'anno per una vendita di vini.

La vendita, che è stata anche la prima vendita di vini a Parigi la scorsa settimana, è stata la seconda di quattro vendite dedicate alla cantina del collezionista d'arte taiwanese Pierre Chen, la più grande e preziosa collezione di vini che sia mai stata messa sul mercato. La prima vendita, tenutasi a Hong Kong il 24 e 25 novembre, ha raccolto 16,8 milioni di dollari.

La casa d'aste ha dichiarato che poco più della metà dei lotti è stata venduta a prezzi superiori alle stime, e che ci sono state "offerte molto vivaci su diversi lotti, sia online che per telefono", a dimostrazione del livello di interesse.

George Lacey, responsabile dei vini di Sotheby's per l'Asia, ha dichiarato di essere lieto di aver concluso la prima asta di soli champagne.

"In un solo giorno, in una sola sala d'asta, abbiamo venduto Champagne per un valore di 1,5 milioni di dollari, un risultato fantastico se si considera che solo due anni fa il nostro totale di vendite annuali per la categoria in tutte le aste era di 1,9 milioni di dollari", ha dichiarato Lacey.

Il Giappone è il terzo mercato più importante per lo Champagne a livello globale dopo gli Stati Uniti e il Regno Unito, e circa il 35% del volume di Champagne importato in Giappone è costituito da Prestige Cuvée, a testimonianza della straordinaria qualità e profondità della cantina di Pierre Chen e del crescente apprezzamento per questa categoria tra i collezionisti di tutto il mondo.

La casa d'aste ha notato che la vendita ha attirato l'interesse di una clientela giovane e femminile: un quinto degli acquirenti erano donne, una percentuale più che doppia rispetto alla media delle vendite di vino di Sotheby's di quest'anno. Circa un quarto degli offerenti aveva meno di 40 anni.

Tra i lotti più importanti, un set di 3 magnum di Salon Le Mesnil, Blanc de Blancs 1990, ha più che raddoppiato la sua stima massima, vendendo per 25.000 € / 26.850 $ (stima 9.500-13.000 €). La maison di champagne è stata molto presente nei top lot, con 3 magnum di Salon Le Mesnil Blanc de Blancs 1988 che hanno più che raddoppiato la stima bassa (10.000-13.000 euro) raggiungendo 22.500 euro (24.165 dollari); 3 magnum del Blanc de Blancs 1983, vendute per 21.250 euro (22.822 dollari), contro una stima di 9.000-12.000 euro) e 12 bottiglie di Salon Le Mesnil, Blanc de Blancs 1996, vendute per 17.500 euro (18.795 dollari), superando la stima pre-vendita di 12.000-15.000 euro).

Le altre due maison di Champagne nella top ten erano Dom Perignon e Krug, che nel 2023 è diventata la prima maison di Champagne nell'elenco dei primi 10 produttori per valore di Sotheby's.

Una magnum di Dom Pérignon, P3 1966, è stata venduta per 23.750 euro (25.508 dollari), superando la stima pre-vendita di 7.500-9.500 euro, mentre sei bottiglie di Dom Pérignon, P3 1982, sono state vendute per 20.000 euro (21.480 dollari); 3 magnum di Dom Pérignon Rosé, P3 1988, sono state vendute per 18.750 euro (20.138 dollari);

Infine, 6 magnum di Krug Collection 1985 hanno più che raddoppiato la stima bassa raggiungendo 21.250 euro, mentre sei bottiglie di Krug, Clos d'Ambonnay 1996, sono state vendute a 16.250 euro (17.452 dollari).

Tra il 2022 e il 2023, la casa d'aste ha visto triplicare il valore e il volume degli Champagne venduti all'asta, passando da 1,9 milioni di dollari nel 2022 a 5,3 milioni di dollari nel 2023. La casa d'aste ha inoltre sottolineato che il valore dell'indice che traccia la performance dei prezzi degli Champagne più desiderati e più scambiati è attualmente più alto del 50% circa rispetto a cinque anni fa.

Tuttavia, nonostante l'agguerrita concorrenza di alcuni dei nomi più importanti, quasi un quarto delle bottiglie non è stato venduto, il che suggerisce che il mercato dello Champagne potrebbe aver iniziato a perdere colpi.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No