Chiudere Menu
Notizie Storia sponsorizzata

Creare un maestro: spusu 'Il primo' Gemischter Satz

Nell'ambito della serie "Making a Master" di db, esploriamo il Gemischter Satz "The First" di Spusu, medaglia Master nella Degustazione di Primavera 2024.

Non è raro vedere un marchio esistente apparire sull'etichetta di un vino. I soliti sospetti - collaborazioni con la moda di lusso, colossi dell'intrattenimento o artisti di spicco - possono aggiungere un punto di contatto per il cliente e rafforzare le credenziali di lusso di un marchio. Meno scontato, forse, è vedere il proprio gestore di telefonia mobile su una bottiglia premiata.

Eppure è proprio questo il caso del produttore austriaco spusu, che ha vinto la medaglia più alta per il suo "The First" Gemischter Satz 2022 allo Spring Tastingdel settore bevande. Conosciuta in Austria per le sue attività nel settore delle telecomunicazioni e delle biciclette elettriche, l'azienda familiare è passata al vino a partire dall'annata 2022.

Il vino Master-medallist è la prova dell'attenzione alla qualità, alla semplicità e alle connessioni che permea la cultura di Spusu. Come Gemischter Satz, unisce varietà piantate e fermentate insieme, uno stile tradizionale in Austria.

Poiché l'impresa è nuova, per l'annata 2022 spusu si è rifornito di uve da vigneti partner. Tuttavia, il team di vinificazione ha ottenuto la notevole qualità con un'accurata selezione delle uve. In un blend complesso come questo, l'azienda ritiene che la selezione iniziale sia fondamentale per la qualità finale.

In primo luogo, ciò significa selezionare i vigneti migliori. Il blend di campo proviene da vigneti appartenenti a un professore di viticoltura della più antica scuola di enologia dell'Austria. Oltre a essere un indicatore di qualità, questo vigneto ha permesso a spusu di produrre una cuvée biologica, che è una particolare priorità per l'azienda.

Franz, Veronika e Andrea Pichler nel vigneto.

Pur non essendo un terreno di proprietà, spusu si è assicurato di trattare i vigneti con la massima cura. Tutte le uve, anche se acquistate da un produttore indipendente, sono state raccolte dal team di spusu. Questo ha garantito che solo le uve migliori arrivassero al prodotto finale. Infatti, ogni parte del processo di selezione ha avuto luogo nel vigneto, consentendo alle uve di entrare in cantina in condizioni perfette. Questa selezione, secondo l'azienda, è il fattore determinante per la qualità del vino, in quanto permette di scegliere grappoli che bilanciano perfettamente maturazione e freschezza.

Il blend finale comprende tre varietà emblematiche dell'Austria: Grüner Veltliner, Riesling e Weißburgunder. Ognuna di queste tre varietà apporta al vino caratteristiche diverse. Il Grüner Veltliner apporta aromi verdi e acidità, il Riesling fornisce finezza e il Weißburgunder aggiunge peso e corpo.

Dopo aver selezionato le uve più pregiate, la vinificazione mira a metterne in risalto la qualità. Riflette la dedizione generale dell'azienda alla semplicità, evidente anche nella sua attività di telecomunicazioni, evitando inutili abbellimenti. Utilizzando la cantina di un amico, il vino è stato fatto fermentare in acciaio inox prima dell'imbottigliamento per proteggere tutti gli aromi e l'eleganza dell'uva.

Il punto di vista dell'enologo

db ha parlato con Jacob Schumacher, enologo di spusu, dell'etica che sta alla base dei vini premiati e dei piani dell'azienda per il futuro.

Q. Perché Spusu ha iniziato a produrre vini?

I Pichler, la famiglia locale che sta dietro a spusu, sono una famiglia a tutto tondo e radicata nella comunità del Weinviertel, quindi avevano un legame con la zona. Sono sempre alla ricerca della qualità nei nuovi progetti (anche nelle telecomunicazioni e nelle biciclette elettriche), quindi non hanno avuto paura di questa nuova sfida.

I vini procedono nella linea di imbottigliamento.

Q. In che modo spusu sta raggiungendo i suoi obiettivi di sostenibilità?

Abbiamo acquistato solo uve biologiche: ci aspettiamo che la viticoltura biologica diventi presto il metodo principale per produrre vino. Ha grandi vantaggi, come una maggiore biodiversità e un più alto contenuto di minerali (per esempio il potassio) nelle uve.

Stiamo anche lavorando attivamente sulle piantagioni PIWI per la resilienza e l'adattabilità ai cambiamenti climatici, come parte della nostra prospettiva sostenibile a lungo termine. Questi incroci e ibridi si adattano meglio alla siccità e riducono la necessità di pesticidi.

Alcune persone hanno idee sbagliate sulle varietà, ma è possibile lavorare con loro per ottenere grandi vini, soprattutto sfruttando i loro fenoli e la loro struttura attraverso il contatto con le bucce. Ad esempio, il Donauriesling è già accettato in Germania. In Austria, attualmente sono accettati Roesler, Rathay, Souvignier gris, Muscaris e Blütenmuskateller. Ci auguriamo che vengano accettati anche il Donauveltliner e il Donauriesling.

Q. Come pensa di crescere spusu nei prossimi anni?

Stiamo già piantando vigneti - due ettari quest'anno e tre l'anno prossimo - e prevediamo i primi raccolti dopo due o tre anni. Stiamo anche acquistando vigneti già in produzione e stiamo lavorando alla nostra cantina. Per lo spusu Gemischter Satz, in particolare, ci piacerebbe lavorare con la nostra produzione e acquistare dai nostri partner di fiducia.

Di seguito, Siobhan Turner MW fornisce la sua nota di degustazione della Degustazione di Primavera 2024.

spusu, Wein Gemischter Satz "Il primo", 2022

Produttore: spusu Wein GmbH
Regione: Niederösterreich
Paese: Austria
Vitigni: Grüner Veltliner, Riesling, Weißburgunder
ABV: 12,5%
Annata: 2022
Chiusura: Sughero
Prezzo al dettaglio approssimativo: 25 sterline
Medaglia: Maestro

Una bella, armoniosa ed emozionante miscela di aromi e sapori, con note di fiori di campo, camomilla, gelsomino e tè bianco, con un tocco di agrumi e pesche dorate. Il palato è davvero affascinante: elegante e rinfrescante, con acidità matura e succosa, alcol moderato e un lungo finale floreale. Sarebbe un accompagnamento perfetto per la cucina giapponese, in particolare per il sushi, o per il pollo saltato in padella con spugnole e verdure di primavera. Prodotto da agricoltura biologica, il vino è anche certificato vegano.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No