Chiudere Menu
Notizie Storia sponsorizzata

Il Pinot Grigio delle Venezie: una voce crescente e globale

La consapevolezza dell'eccezionale qualità del Pinot Grigio DOC delle Venezie cresce rapidamente, così come le sue vendite sui mercati internazionali, scopre il db.

La DOC interregionale che riunisce i produttori di vino del Friuli-Venezia Giulia, del Trentino e del Veneto sotto l'ombrello del Pinot Grigio delle Venezie tiene il piede sull'acceleratore. Nei primi sette mesi del 2023 gli imbottigliamenti di Pinot Grigio Delle Venezie DOC sono aumentati del 9% rispetto allo stesso periodo (gennaio-luglio) del 2022. E il trend positivo non accenna a diminuire: i dati del mese di luglio 2023 mostrano un balzo dell'8% rispetto al luglio 2022.

La continua crescita ha fatto sì che nelle cantine ci sia una quantità di Pinot Grigio imbottigliato - poco meno di 150.000 hl/mese e quasi interamente proveniente dall'annata 2022 - tale da soddisfare la domanda fino alla fine dell'anno.

Ci si aspetta quindi un "passaggio di testimone" positivo con il passaggio dei produttori alla prossima annata.

"È evidente che la nostra DOC è un valido supporto per tutte le aziende e i produttori in termini di posizionamento internazionale, di qualità, ma soprattutto di garanzia di equilibrio di sistema per la filiera vitivinicola del Nord-Est", afferma Albino Armani, presidente del Consorzio di Tutela.

"Possiamo notare una tendenza alla stabilità del valore che dura ormai da due anni".

 

CERTIFICAZIONE E TRACCIABILITÀ

Secondo Armani, la Denominazione delle Venezie sta diventando sempre più un nome familiare. "Stiamo assistendo giorno dopo giorno al processo di riconoscimento della Denominazione delle Venezie, ottenuto in primo luogo grazie al dinamismo dei nostri imbottigliatori nazionali ed esteri, e alla fiducia di tutti gli operatori nazionali e internazionali che continuano a credere e a investire nei valori intrinseci di territorio, certificazione e tracciabilità che definiscono il nostro Pinot Grigio DOC", afferma.

"Non meno significativo è il ruolo della grande distribuzione e, quindi, la scelta del consumatore globale, capace di apprezzare il prodotto e le sue caratteristiche uniche rispetto alle altre produzioni mondiali del vitigno". Il Consorzio monitora costantemente l'attività vitivinicola all'interno della DOC, in merito ad aspetti quali le rese consentite, con misure già stabilite per l'imminente stagione produttiva 2023. Un limite massimo di 16 quintali/ha, con 30 quintali/ha stoccati, per produttore, esclusi i prodotti biologici e il SQNPI (Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata), garantirà la continuità della qualità e della reputazione dei vini DOC delle Venezie.

Di seguito, Patrick Schmitt MW fornisce le sue note di degustazione per i tre vini vincitori della medaglia d'oro del Global Pinot Grigio Masters 2023.

 

PINOT GRIGIO DOC DELLE VENEZIE

 

 

Produttore: Albino Armani Viticoltori dal 1607

Annata: 2022

Vitigni: 100% Pinot Grigio

ABV: 13%

Zucchero residuo: 4,76 g/l

Prezzo al dettaglio approssimativo: 12 sterline

Medaglia: Oro

Dall'apprezzata azienda produttrice di Pinot Grigio Albino Armani nasce questo vino bianco chiaro, delicatamente cremoso, ricco di succosi frutti di pera e mela matura, completati da una fine presa gessosa e da una nota di limone amaro che chiudono questa goccia in modo piacevole e rinfrescante.

 

P.LEX PINOT GRIGIO DELLE VENEZIE DOC BIOLOGICO

 

 

Produttore: Botter Spa a socio unico

Annata: 2022

Vitigni: 100% Pinot Grigio

Gradazione alcolica: 12% vol.

Zucchero residuo: 6,8 g/l

Prezzo al dettaglio approssimativo: 25 sterline

Medaglia: Oro

Un Pinot Grigio biologico delle Venezie DOC piuttosto corposo e dal sapore intenso, ricco di succosi frutti di mela e pera, completati da una nota di arancia candita e da una fine spolverata di tannino secco sul finale che fa salivare.

 

PINOT GRIGIO DOC DELLE VENEZIE

 

 

Produttore: Az. Agricola Ca' di Rajo s.s.

Annata: 2022

Vitigni: 100% Pinot Grigio

ABV: 13%

Zucchero residuo: 6g/l

Prezzo al dettaglio approssimativo: 13 sterline

Medaglia: Oro

Un pregiato Pinot Grigio proveniente da un'azienda veneta a conduzione familiare, il Ca' di Rajo ha ottenuto i punteggi più alti dai giudici per il suo succoso palato medio e per il suo finale saporito, oltre che per gli strati di sapori che vanno dalla pesca e dal pompelmo all'arancia, completati da un tocco di mandorla amara.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No