Chiudere Menu
Notizie

Château Figeac 2022 gode di una promozione premium

Il produttore Château Figeac è l'unico ad essere stato elevato a Premier Grand Cru Classé A nella classificazione dell'anno e ha offerto le sue bottiglie con un aumento del 55,2% rispetto al prezzo di apertura precedente.

La classificazione di St-Émilion ha visto sviluppi e controversie notevoli negli ultimi anni. Nel 2012, Château Angélus e Château Pavie sono stati promossi allo stimato status di Premier Grand Cru Classé A, con conseguente immediato aumento del prezzo di mercato.

Entrambe le annate 2012 sono state vendute a prezzi significativamente più alti rispetto all'anno precedente, con un aumento del 30% per Angélus e del 58% per Pavie.

Nella classificazione 2022, Château Figeac è diventato l'unico produttore ad essere promosso a Premier Grand Cru Classé A. Lo château ha seguito la tendenza di Angélus e Pavie con il suo prezzo di uscita en primeur: Figeac 2022 è stato offerto a 3.036 sterline per 12×75, con un aumento del 55,2% rispetto al prezzo di apertura dell'anno precedente.

Tuttavia, accanto a questa promozione, ci sono stati anche notevoli ritiri dalla classifica. Château Angélus ha ritirato la sua candidatura per la classifica 2022 a gennaio, dopo Cheval Blanc e Ausone, che avevano annunciato il loro ritiro nel luglio 2021. Inoltre, Château Canon La Gaffelière, che era classificato "B", si è ritirato dalla classifica nel 2022. Quando Angélus e Pavie sono stati promossi nel settembre 2012, i loro prezzi di mercato indicizzati sono aumentati rispettivamente del 18% e dell'11% nell'arco di un anno.

Nello stesso periodo, l'indice Bordeaux 500 è aumentato solo del 5%. Nonostante il successivo ritiro di Angélus dalla classifica nel 2022, il valore dell'indice è rimasto relativamente stabile da settembre 2022 a maggio 2023, mentre i prezzi di Pavie sono in calo dal 2018.

Il Figeac ha registrato un significativo aumento del 41,7% del valore dell'indice tra settembre 2020 e settembre 2022. Questo aumento potrebbe essere attribuito all'anticipazione della classificazione di St-Émilion del 2021, quando inizialmente si diceva che il vino sarebbe stato promosso.

Questa forte performance dei prezzi, in seguito all'aumento della domanda dei vini del produttore, spiega anche in parte perché Figeac è salita dal 75° posto del 2020 al 12° posto del 2021 nella classifica Power 100.

È interessante notare che nel novembre 2022, subito dopo la promozione a Grand Cru Classé A, Figeac è sceso di nuovo al 35° posto nella classifica Power 100. Resta da vedere l'impatto della nuova uscita sull'indice di Figeac.

Poiché i prezzi di Figeac hanno raggiunto il picco fino a settembre 2022, prima della sua promozione, forse lo slancio attorno al suo aggiornamento è già passato.

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No