Chiudere Menu
Notizie

Vinexpo Drinks America torna a New York per la seconda edizione

Vinexpo America/ Drinks America tornerà a New York il prossimo marzo per la sua seconda edizione, riunendo sotto lo stesso tetto diversi settori dell'industria degli alcolici per creare contatti e partnership. 

L'8 e il 9 marzo, il Jacob K. Javits Convention Center, nel quartiere Hudson Yards di Manhattan, New York (445 11th Ave, angolo tra l'11a e la 38a), ospiterà gli eventi congiunti di Vinexpo America e Drinks America, organizzati da Diversified Communications e Vinexposium.

Gli eventi simultanei, che si svolgeranno nel nuovo padiglione espositivo 3, presenteranno una selezione globale di liquori, sake e vini a un pubblico prevalentemente nordamericano. Questa sarà la seconda edizione di Vinexpo America | Drinks America - prima di questa c'è stata Vinexpo New York, che si è svolta dal 2018 al 2020. L'anno scorso l'evento è stato rilanciato come Vinexpo America, gestito in collaborazione con Drinks America.

Alla domanda sul successo di questo rebrand, Beckie Kier, group event director di Diversified Communications (la principale società internazionale di media che si occupa dell'evento), afferma che ha permesso di ampliare gli orizzonti della mostra:

"Il marchio Vinexpo New York era percepito come un evento che serviva solo il mercato di New York. Il rilancio come Vinexpo America, insieme al lancio di Drinks America, ha creato eventi co-localizzati posizionati in modo da raggiungere il più ampio mercato degli alcolici di vino, liquori, birra e altre categorie di bevande alcoliche in Nord America.

"La co-localizzazione di questi eventi ha creato più valore per gli acquirenti che si approvvigionano di alcolici per bevande in più categorie e opportunità per i marchi più grandi con un portafoglio di offerte più ampio".

Kier prosegue: "Il rilancio ha portato nuovi clienti e nuove regioni, come l'India. Business France torna con un numero maggiore di co-espositori provenienti da otto regioni e avrà uno spazio espositivo ancora più ampio rispetto agli anni precedenti.

"Le masterclass sono esaurite e il programma per i key buyer dovrebbe superare gli eventi precedenti, considerando il numero di buyer di qualità già registrati per partecipare all'evento del 2023. È stato messo in atto un approccio mirato per sviluppare questo programma, attirando i top buyer a partecipare e creando per loro un valore aggiunto."

Il debutto nel 2022 di Vinexpo America | Drinks America è stato ampiamente salutato come un successo, soprattutto dopo che la pandemia aveva messo fine agli eventi fisici del settore. Con l'alleggerimento delle restrizioni, Kier afferma: "La richiesta di contatti di persona è stata palpabile. Molti partecipanti ed espositori ci hanno fatto notare che il tempo trascorso insieme è stato rivitalizzante e prezioso per riconfermare i rapporti e ampliare le reti".

Olivier Kielwasser, all'epoca category lead per il vino alla BevMo e ora direttore degli acquisti alla Bounty Hunter Rare Wine & Spirits, dice: "Questo è l'unico posto sulla East Coast dove si può venire una volta all'anno e in due giorni trovare tutti questi vini che altrimenti richiederebbero sei mesi. Si risparmia un sacco di tempo".

SVILUPPARE PARTNERSHIP

L'edizione di quest'anno offrirà ai partecipanti e agli espositori la possibilità di rafforzare ulteriormente queste reti e di sviluppare partnership potenzialmente fruttuose. Kier ci racconta alcune delle novità che i visitatori potranno aspettarsi: "Un padiglione espositivo pieno, con una grande varietà di espositori provenienti da 23 Paesi. Inoltre, c'è anche una vasta gamma di opportunità formative, tra cui masterclass, conferenze e tavole rotonde". Tra gli espositori internazionali ci saranno aziende provenienti da: Argentina, Brasile, Cile, Francia, Germania, India, Italia, Giappone, Romania, Sudafrica, Corea del Sud e Regno Unito.

Tuttavia, spiega Kier, sebbene vi sia una forte presenza internazionale, l'attenzione rimane concentrata sui mercati delle bevande degli Stati Uniti e del Canada: "A differenza degli eventi internazionali, dove i produttori orientano la loro partecipazione verso un pubblico internazionale più ampio, a Vinexpo America i produttori concentrano la loro partecipazione sul mercato nordamericano, facendo assaggiare i vini che intendono introdurre o espandere specificamente in questo mercato e portando con sé il team che è concentrato e abile nel lavorare su questo mercato".

"In occasione di eventi in altre parti del mondo, gli acquirenti del Nord America si muovono all'interno del padiglione espositivo alla ricerca di produttori che vendono a questo mercato. A Vinexpo America, tutti i produttori partecipanti cercano di espandere il loro raggio d'azione in questo mercato. Il tema generale è la continua enfasi sull'incontro tra acquirenti e venditori focalizzati sul mercato nordamericano".

L'anno scorso c'erano più di 380 espositori e il 93% dei 2.500 visitatori proveniva dal Nord America, con la presenza di persone provenienti da 43 Stati americani. Circa la metà dei partecipanti lavorava nel settore dell'importazione o della distribuzione, mentre i membri del settore on-trade e off-trade rappresentavano rispettivamente il 19% e il 25%.

Il mercato delle bevande alcoliche negli Stati Uniti, in particolare, è in piena espansione. Secondo i dati dell'IWSR, il suo valore è di circa 170,4 miliardi di dollari (138 miliardi di sterline), con una crescita del 3,3% del valore del mercato e un tasso di crescita annuo previsto per le vendite di e-commerce negli Stati Uniti dal 2020 al 2024 di circa il 45%.

Il vino rimane una forza trainante di questa crescita, come dimostrerà Vinexpo America. Il valore del mercato statunitense dell'e- commerce del vino è cresciuto dell'80% dal 2019 al 2020, un aumento in parte dovuto alle chiusure durante la pandemia.

LEADER DEL MERCATO RTD

Ma anche bevande più nuove e meno tradizionali si stanno affermando, soprattutto tra i consumatori più giovani. Gli Stati Uniti sono diventati il principale mercato globale delle bevande pronte da bere (RTD), con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 21,8% nel periodo 2019-2024. Il lato Drinks America della mostra illustrerà come questo settore, e altre tendenze nel mondo degli alcolici e degli RTD, siano più di un fenomeno passeggero.

La mostra offrirà una panoramica dello stato dell'industria nel suo complesso, con la rappresentazione sia del lato tradizionale che di quello di tendenza. "I due eventi in contemporanea supportano l'intera industria nordamericana delle bevande alcoliche e costituiscono un evento completo e rappresentato per i partecipanti e gli espositori", afferma Kier. "I partecipanti potranno incontrare un gruppo più ampio di produttori che intendono espandersi negli Stati Uniti. Gli eventi del settore sono alla ricerca di modi per abbinare in modo efficiente e migliore i partecipanti e aiutarli a stabilire le connessioni che portano a partnership di valore".

Gli eventi comprendono un programma per i key buyer, dedicato al supporto degli acquirenti di bevande ad alto volume, e un servizio completo di business-matching che mette in contatto acquirenti ed espositori per programmare gli incontri in anticipo. Per quanto riguarda l'offerta formativa, Kier sottolinea una serie di eventi che i partecipanti possono aspettarsi: "Vinexpo America | Drinks America offriranno una grande varietà di masterclass, un robusto programma di conferenze e tavole rotonde al The Buzz".

Tra gli argomenti che saranno trattati nell'ambito della serie The Buzz vi sono l'assunzione inclusiva nel settore delle bevande (con l'intervento di Kamilah Mahon, responsabile del programma globale per l'inclusione e la diversità di Distill Ventures), e la crescita di connessioni più profonde con i clienti dalla Gen X alla Z (con l'intervento di JoJo St. Claire di Lemae).

Group Wines). "La serie di masterclass prevede sessioni da Europa, Giappone, Francia, InterRhône e Serbia", aggiunge Kier. Tra i corsi confermati figurano Introduzione ai vini europei di qualità Garnacha/Grenache e Classificazione dei Crus Bourgeois du Médoc 2020 (quest'ultimo tenuto da Mary Gorman-McAdams MW). Chi desidera tenersi aggiornato sul programma dei corsi e delle conferenze può visitare il sito: vinexpoamerica.com/schedule-at-a-glance.

Anche se eventi di questa portata possono presentare problemi di impatto ambientale, gli organizzatori hanno adottato misure per garantire che la sostenibilità sia saldamente all'ordine del giorno della fiera, sia in termini di argomenti trattati che di pratiche adottate durante l'evento stesso: "Vinexpo America | Drinks America collabora con il Javits Center per garantire che tutte le bottiglie di vino e di alcolici rimaste vengano riciclate dopo gli eventi", spiega Kier. "Inoltre, una delle sessioni della conferenza sarà incentrata sul futuro sostenibile del bere".

Saranno presenti anche alcuni rappresentanti di cantine certificate biologiche e biodinamiche che esporranno i loro prodotti.

L'edizione 2023 è segnata anche dall'ingresso di Robert Tobiassen, presidente della National Association of Beverage Importers, Inc. (NABI), nel comitato consultivo di Vinexpo America e Drinks America. Tobiassen si unisce ad altri 12 leader dell'industria del vino e degli alcolici con sede negli Stati Uniti che contribuiscono alla pianificazione dell'evento, tra cui Brandy Rand di IWSR e Valerie Gerard-Matsuura di Sopexa USA. Tobiassen è stato in precedenza il primo consigliere capo dell'Alcohol and Tobacco Tax and Trade Bureau (TTB).

Prima della fiera, i visitatori sono invitati a consultare il portale online dei partecipanti, vinexpoamerica.com/attendeeportal, dove possono leggere l'elenco degli espositori confermati e scoprire le migliori opzioni di trasporto e alberghiere. Presto sarà disponibile anche un'applicazione mobile. Per gli espositori, invece, è disponibile il portale online vinexpoamerica.com/exhibitor-portal, che offre una panoramica delle opportunità di sponsorizzazione disponibili per coloro che presenteranno i loro prodotti a New York.

Per quanto riguarda la speranza che i partecipanti traggano vantaggio dall'imminente evento, Kier conclude: "Nuovi prodotti, partnership nuove o continuate, affari o rappresentanza nel mercato nordamericano. L'obiettivo di Vinexpo America | Drinks America è quello di aiutare a mettere in contatto espositori e partecipanti per partnership commerciali attuali e future".

La registrazione è disponibile online fino al 7 marzo al prezzo di 50 dollari: i partecipanti possono registrarsi su vinexpoamerica.com o drinksamerica.com per accedere a entrambe le fiere. La registrazione in loco ha un prezzo di 100 dollari a persona.

Orari di apertura della sala espositiva: Mercoledì 8 marzo 2023 - ore 10-18 Giovedì 9 marzo 2023 - ore 10-18

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No