Chiudere Menu
Notizie

Come un team di birrai della Cornovaglia ha salvato Skinner's dal collasso

Il birrificio della Cornovaglia Skinner's è stato riportato in vita dall'amministrazione controllata da un residente locale e da un team di birrai. Qui ci spiegano il loro percorso.

Immagine: c/o @skinnersbrewery via Instagram

Il birrificio Skinner's è stato salvato da Louis Simpson che, come molti abitanti della Cornovaglia, è rimasto sconcertato nel settembre 2022 quando il birrificio è entrato in amministrazione controllata. Ma ora, secondo le notizie locali, i fusti vengono nuovamente lavati e riempiti, mentre 8.000 litri della popolare marca di birra principale del birrificio, Betty Stogs, vengono prodotti, imbottigliati e inscatolati.

Parlando in un'intervista approfondita con Cornwall LiveSimpson ha rivelato che la decisione di acquistare il birrificio fuori dall'amministrazione controllata è stata presa con passione. Ha dichiarato alla stampa locale: "Non avrei mai rifiutato l'opportunità di riportare in vita Skinner's".

Secondo Simpson, in passato aveva "tentato di acquisire Skinner's" e aveva sempre ammirato il marchio, ma questa volta sapeva che era importante salvarlo dall'estinzione e preservarlo in qualche modo. Ha descritto come "ero solito sedermi nei bar Skinner's di Newquay a bere Betty Stogs. Allora non immaginavo certo che un giorno sarei stato il proprietario del birrificio".

Simpson ha raccontato che la consapevolezza di dover intervenire per cercare di salvare Skinner's dall'amministrazione è arrivata inaspettatamente quando ha provato un senso di nostalgia e di emozione per la sua città natale e per la sua storia, un sentimento che lo ha portato a fare la sua mossa per salvare il birrificio nel gennaio di quest'anno. Ha rivelato: "È stato quando qualcuno ha iniziato a cantare Cornwall My Home a un funerale a cui ho partecipato e mi si sono rizzati i capelli sulla nuca che ho pensato che dovevo comprare Skinner's. È troppo speciale per lasciarlo sparire. Era un'occasione troppo ghiotta".

Simpson aveva già fatto la sua prima incursione nella produzione di birra quando aveva lanciato il birrificio artigianale Goodh (che significa selvaggio in Cornovaglia) all'Indian Queens nel 2021. Tuttavia, ha insistito sul fatto che da Skinner's la resurrezione del birrificio è più strettamente legata alla conservazione di qualcosa della Cornovaglia. L'aggiunta di una linea di inscatolamento e di una piattaforma di e-commerce per la vendita online delle birre direttamente al consumatore sono stati gli unici elementi adattati.

contenuti sponsorizzati db

Una grande storia

Quali sono le storie di successo reali che migliorano il processo di produzione delle bevande?

Pall Corporation ha raccolto una serie di storie di successo che illustrano come l'utilizzo delle sue soluzioni di filtrazione di profondità possa funzionare. db rivela tutto.
Per saperne di più...

Visualizza le soluzioni Pall qui

Simpson ha spiegato: "Abbiamo ancora tutto in bottiglia come prima e alla spina, ma abbiamo aggiunto anche una linea di inscatolamento e vendiamo online o direttamente dal birrificio".

Ha rassicurato: "Non stiamo cercando accordi con Tesco o altri supermercati come in passato, perché quando si vende attraverso un supermercato si produce birra al costo. In questo momento vogliamo soddisfare la nostra domanda da parte dei pub locali e dei clienti online". Sono stati mesi pazzeschi per passare da un periodo di inattività, con alcuni problemi da risolvere, a una nuova produzione di birra in loco. Ma vedere che la gente apprezza di nuovo le birre Skinner's è valsa la pena di ogni caos che abbiamo avuto".

Il birrificio Skinner's, fondato da Steve Skinner nel 1997, ha sede nella zona industriale di Newham a Truro. Prima di riaprire il bar del birrificio Skinner's, Goodh aveva un proprio bar presso l'Old Print Works nel Leats, nel centro di Truro, ma ora i fan di entrambi i birrifici possono riunirsi e provare una scelta di 21 birre Goodh e otto birre chiare di Skinner's sotto lo stesso tetto a Newham.

Laura Perry, responsabile del marketing del birrificio, ha dichiarato di aver notato un'alternanza tra i tradizionali bevitori di real ale e gli appassionati di stili di birra più moderni che provano le birre sia di Skinner's che di Goodh. Ha rivelato che le birre principali di Skinner's comprendono: Betty Stogs, Porthleven, Lushingtons, Cornish Knockers, Hops & Honey e Penny Come Quick.

Inoltre, nel tentativo di sostenere altre aziende di bevande della Cornovaglia, Skinner's servirà anche il gin di Cornish Wreckers e Atlantic Distillery, la vodka di Colwith Farm Distillery vicino a Lostwithiel e il rum Morvenna di Bude, oltre al sidro Rattler di Healey's a Callestick, tra Truro e Newquay.

La Perry ha insistito sul fatto che il progetto di salvataggio dello Skinner's è stato interamente incentrato sul mantenimento delle radici della Cornovaglia e dell'attaccamento storico, nonché su un modo per sostenere qualcosa di veramente cornoviano. Ha dichiarato: "Le bottiglie non saranno disponibili al di fuori della Cornovaglia. Quindi se volete gustare una bottiglia di Betty Stogs dovrete venire in Cornovaglia e gustarla in un pub locale o qui al birrificio. Le lattine, invece, stanno già facendo il giro del Paese. Se si ordina online è possibile mescolare e abbinare anche Goodh e Skinner's".

Paola Leather, che era il capo birraio di Skinner's prima di lasciarla per unirsi alla St Austell Brewery, è tornata ed è ora responsabile del team di produzione della birra. Leather ha dichiarato: "Amo le birre che Skinner's produce. E il team. È stato molto triste quando è stato messo in amministrazione controllata, quindi quando Louis mi ha chiesto di diventare capo birra è stata una grande opportunità per riportarlo in auge. Sono molto contento che Louis l'abbia riaperto, per le persone che ci lavoravano e per la comunità della Cornovaglia. Per loro era importante".

Leather ha confermato che per la creazione delle birre viene ancora utilizzato lo stesso kit di produzione, ma in futuro verranno introdotti nuovi tini con una maggiore capacità per far fronte alla domanda. Ha spiegato che le birre di Skinner's saranno ora inscatolate nella sede di Goodh, nella zona industriale di Moorland, a Indian Queens, ma le birre destinate all'imbottigliamento saranno imbottigliate altrove fino a quando non sarà possibile acquistare una nuova linea, poiché la precedente linea di imbottigliamento di Skinner's non faceva parte del pacchetto di salvataggio dell'amministrazione.

Adam Phipps, capo birraio di Skinner che, come Leather, faceva parte del team di produzione della birra prima del crollo dell'azienda, ha descritto lo shock della chiusura dell'azienda e come il suo ritorno al suo posto sia stata una decisione facile da prendere.

Phipps ricorda: "Siamo arrivati un giorno e ci è stato detto che avrebbe chiuso alla fine della settimana. È successo all'improvviso. Come molte altre persone, ero distrutto". Ma ha aggiunto: "Sono tornato il prima possibile perché amo la produzione di birra. Lavorare su questo kit tradizionale è fantastico. Non è un computer a farlo. Sei tu che lo fai. Qui c'è una vera passione per la birra".

Matt Rowe, che in precedenza ha lavorato per cinque anni per la St Austell Brewery prima di entrare a far parte del team Skinner's quest'anno, ha dichiarato: "È una nuova opportunità di carriera e anche una nuova sfida, produrre birra come una volta. Abbiamo cercato di migliorare gli ingredienti, la consistenza e in definitiva la qualità, ma le birre sono sempre le stesse. Solo più buone".

Sembra che tu sia in Asia, vorresti essere reindirizzato all'edizione di Drinks Business Asia?

Sì, portami all'edizione per l'Asia No